Minicrociera di maggio - www.pensionaticoni.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Minicrociera di maggio

ARCHIVIO > APEC NEGLI ANNI SCORSI > E' SUCCESSO NEL 2016 > GITE E VIAGGI
ROTTA PER L'ISOLA DI MONTECRISTO ED ISOLA DEL GIGLIO
L'attesissima gita della circumnavigazione dell'Isola di Montecristo e dell'Isola del Giglio si è svolta sabato 21 maggio in una situazione meteo incantevole: si è trattato di una vera e propria
Minicrociera  di un giorno, organizzata
congiuntamente con "Fratelli della Costa -  Italia Tavola di Roma" e concretizzata
dalla Compagnia di Navigazione BluNavy Cruise con la Motonave "Adriatic Princess II”. Il programma ha previsto la partenza in pullman da Roma per Talamone e da lì ci si è imbarcarti sulla motonave con rotta per Montecristo. I fortunati presenti hanno potuto vedere in queste ore meravigliose un panorama incantevole con posti inavvicinabili per i comuni mortali. Insomma una piacevole navigazione che si è rivelata gioia e delizia per tutti, ivi compresi gli appassionati di fotografia (...ma anche per quelli che si sono accontentati di immortalare il paesaggio con i loro smartphone o tablet)  che hanno potuto immortalare scatti impensabili per la loro originale bellezza.
E' stata effettuata dapprima la circumnavigazione dell’Isola di Montecristo, durante la quale si è avuto il piacere di ascoltare dagli ufficiali di bordo una esauriente descrizione storico ambientale della zona. Quindi, dopo aver consumato un ottimo pranzo a bordo il gruppo è stato convogliato verso le 15,00 con rotta per l’Isola del Giglio. Qui c'è stato l'attracco, ce chi ha voluto ha potuto percorrere a piedi la zona circostante la zona del porto (shopping tutistico  o degustazione di un buon caffè),  poi dopo  il nuovo imbarco per il ritorno a Talomone, ma prima di salpare in mare aperto, c'è stata una breve cerimonia commemorativa (con tanto di lancio di una corona di fiori) laddove è avvenuta tre anni fa la tragedia del Concordia, in ricordo delle vittime di quella triste serata. Piccolo problemino inatteso al ritorno, per l'aumento improvviso dell'intensità del vento, che ha rallentato non poco la navigazione verso Talomone. Un po' di incertezza e senso di malessere per taluni, ma poi tutto è rientrato nella norma. Comunque le piccole criticità del tratto finale ha mostrato ai neofiti, quanto il mare possa cambiare in modo improvviso ed inaspettato. Quello che resta e deve restare nella memoria, è il ricordo di una bella giornata trascorsa in mare, arrivando a Montecristo, il luogo più inaccessibile del Mar Mediterraneo e poter dire quel giorno c'ero anche io....  Insomma, davvero una bella esperienza, che ci auguriamo di poter rinnovare in futuro, sempre in collaborazione coi Fratelli della Costa - Italia Tavola di Roma.
Più in basso proponiamo alcune foto proposteci dall'amico Giorgio Franceschin, ancora una volta prezioso testimone di bei momenti di vita d'assieme dell'APEC., nonché (e sono riconoscibili perché portano la firma dell'autore dei magnifici scatti) quelle meravigliose di Gianni Loperfido, socio dei Fratelli della Costa - Tavola di Roma.

....dal diario di bordo redatto dallo scrivano della Tavola di Roma
All’Isola del Giglio per ricordare il naufragio della Costa Concordia
Il 14 maggio era la data, ma il maltempo ha imposto un rinvio a sette giorni e quindi la Minicrociera per raggiungere Montecristo e l’Isola del Giglio è iniziata di fatto il 21 Maggio 2016. A bordo della “Adriatic Princess II” della Compagnia di Navigazione BluNavyCruise & Tour, con i Fratelli di Roma, altre quattro tavole presenti. La Tav. Etrusca, la Tav. di Capo d’Anzio, la Tav. di Tavolara rappresentata da “El Cabecon” e La Tavola di La Spezia. Erano invitati inoltre, i soci APEC del CONI e numerosi ospiti, tra cui un gruppo di stranieri provenienti da dodici diverse nazionalità. Un grande impegno per l’ organizzazione. Una giornata di sole e mare favorevole ha reso gradevole la navigazione verso Montecristo, ed affascinante l’avvicinamento all’Isola più irraggiungibile del Mare Mediterraneo. Durante la traversata, la guida di bordo ha descritto e ben raccontato la storia dell’Isola. La delegazione invitata di OceanoMare Delphis Onlus ha illustrato le problematiche ambientali ed il lavoro che stanno svolgendo a tutela della biodiversità e delle specie marine protette. Il Luogotenente della Tavola di Roma ha consegnato in tale ambito un riconoscimento ad OceanoMare Delphis Onlus per l’impegno profuso. Il pranzo offerto dalla Compagnia di Navigazione è stato molto apprezzato dai partecipanti che hanno manifestato la loro soddisfazione con numerosi Golpe de Canon. La Minicrociera è proseguita nel pomeriggio per raggiungere l’Isola del Giglio, dove, dopo un ricco e gustoso gelatino al porto, c’è stata la commemorazione della tragedia della Costa Concordia, con lancio di una corona di fiori sulla zona teatro del disastro. Al Sindaco del Giglio, quale rappresentante della popolazione dell’Isola, è stata consegnato un riconoscimento per la grande prova di umanità ed accoglienza compiuta dai suoi abitanti nel corso della tragica notte del 13/01/2012. Un ulteriore riconoscimento è stato consegnato alla Compagnia di Navigazione BluNavyCruise & Tour, tra i primi ad essere intervenuta con i suoi mezzi ed il suo equipaggio, e distintasi particolarmente nelle operazioni di salvataggio di numerosi naufraghi. A fine cerimonia, dopo i commiati di rito, i partecipanti hanno ripreso il mare per concludere al porto di Talamone una bella giornata di mare con i Fratelli della Costa. Arrivederci per una prossima fantastica navigazione al largo delle Isole Pontine.
Chi sono i Fratelli della Costa, grazie ai quali il 22 maggio abbiamo potuto visitare uno dei luoghi più belli del Mediterraneo
Fratelli della Costa Italia, una storia iniziata molti anni fa...
La Fratellanza della Costa nacque in Cile nel 1951 per iniziativa di sette appassionati yachtsmen di Santiago che gettarono le basi dell'attuale Associazione internazionale, denominata Fratellanza della Costa. Il loro intento era di riunire appassionati di nautica che potessero dare vita a un'associazione di marinai da diporto, cultori di attività marittime che dimostrassero rispetto e amore per il mare e le tradizioni marinare. Tra i primi paesi che recepirono e fecero propri i principi e le regole fondamentali della Fratellanza, codificate nell'Ottalogo, ci fu l'Italia, che nel 1953 varò la Tavola di Riccione e nel 1957, a bordo della Cristoforo Colombo, costituì ufficialmente la Fratellanza della Costa italiana, che oggi fa parte dell'Associazione Internazionale e ne rappresenta uno dei capisaldi. Con 58 Tavole naviganti e 904 Fratelli, la Fratellanza Italiana si è legalmente formalizzata in associazione, con la denominazione di Fratelli della Costa Italia, depositando il logo, il marchio, lo Statuto, i titoli e le procedure che ne caratterizzano l'attività, e stabilendo la sede ufficiale nella residenza del Gran Commodoro pro-tempore. Essa fa parte dell'Associazione mondiale delle varie Fratellanze nazionali radicate ormai nei cinque continenti e coordinate dalla "Secreteria coordinadora internacional" con attuale sede in Svizzera, nella residenza del suo responsabile, e dal notiziario mondiale The Tortuga Post. Il sito dell'Associazione Fratelli della Costa Italia è www.fratelli-della-costa.it e i suoi notiziari sono il "Golpe de Cañon" e la Rubrica "Tortuga" pubblicata sulla rivista Yacht Digest.

Torna ai contenuti | Torna al menu