Marcello Faina - www.pensionaticoni.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Marcello Faina

ARCHIVIO > RICORDI

Marcello Faina
autentico punto di riferimento scientifico dello sport italiano


Marcello Faina, che tantissimi di noi hanno conosciuto ed apprezzato in modo diretto in questi anni, si è spento nella notte tra il 27 ed il 28 di novembre 2012 "...lasciando in dote allo sport italiano un ricco patrimonio di nozioni, approfondimenti e studi scientifici applicati alla pratica agonistica. Le sue riconosciute capacità, unite alla preziosa esperienza maturata nella lunga militanza al servizio del CONI, hanno rappresentato un imprescindibile punto di riferimento per dirigenti, tecnici e atleti anche ai recenti Giochi Olimpici di Londra 2012." (ndr: abbiamo citato, virgolettate, parte delle frasi riportate dal Comunicato emanato dall'Ufficio Stampa del CONI). Tra l'altro la Giunta del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, in virtù dei suoi indiscussi meriti, gli avrebbe consegnato giovedì 29 novembre la stella d’oro al merito sportivo.
Ricordamo tutti col massimo affetto Marcello, che più volte ha scritto articoli per il nostro Notiziario, nei quali ha trattato importanti tematiche salutistiche riguardanti la terza età. Ci mancheranno i suoi articoli, ma soprattutto ci mancherà lui, la sua simpatica e dinamica affabilità e la sua sempre totale e generosa disponibilità, nonostante fosse aggredito quotidianamente da una miriade di impegni che hanno sempre caratterizzato la sua vita professionale.  

Il cordoglio della Bianchedi
Commissione. Naz. Atleti del CONI

“Eravamo abituati a vederlo accanto a noi al Villaggio Olimpico, lo sentivamo sempre presente come medico ma soprattutto come tifoso, come amante dello sport, sport al quale ha dedicato la sua vita. Ogni giorno, con la dedizione che metteva nelle sue ricerche, nei suoi studi sulla valutazione funzionale, ci aiutava ad essere sempre pronti ad affrontare gli allenamenti e le gare e portava il nome dell'Italia della scienza oltre che dello sport sempre ai massimi livelli. Era uno di noi e oggi, attoniti, lo cerchiamo con lo sguardo e sentiamo fortissimo la sua mancanza.”



Marcello Faina era nato ad Ascoli Piceno il 9 settembre 1950 e si era laureato in Medicina e Chirurgia il 22 dicembre 1976 all’Università “La Sapienza” di Roma con una tesi sulla “Valutazione Funzionale degli sport ad impegno aerobico-anaerobico alternato”, conseguendo successivamente la specializzazione in Medicina dello Sport e quella in Tisiologia e malattie dell’apparato respiratorio. Lavorava nell’Istituto di Scienza dello Sport del CONI dal 1973 e dal 1976 studiava le caratteristiche organico-funzionale degli atleti, partecipando alla progettazione e alla realizzazione di nuovi ergometri e allo sviluppo di nuovi test. Ha partecipato ai Giochi Olimpici di Barcellona ’92 e Atlanta ’96 in qualità di medico della squadra italiana di ciclismo. Nel 1996 era stato nominato Capo Area di Valutazione Funzionale nel Comitato di Esperti della Scuola dello Sport del CONI e nel 1999 era stato messo al vertice del Dipartimento di Fisiologia e Biomeccanica dell’Istituto di Scienza dello Sport del CONI, raccogliendo l’eredità di Antonio Dal Monte. Ha fatto parte di qualificate Commissioni Mediche, anche a livello internazionale, distinguendosi anche per un’intensa attività didattica e per le apprezzate pubblicazioni scientifiche.

Torna ai contenuti | Torna al menu