Iniziative culturali - ASSOCIAZIONE PENSIONATI CONI

Vai ai contenuti
ATTIVITA' 2018 > INIZIATIVE CULTURALI
VI SEGNALIAMO GLI SPETTACOLI A PREZZO SPECIALE PER I SOCI APEC
Chi è interessato ad andare a teatro per assistere a rappresentazioni a prezzo scontato, deve chiamare per informazioni la collega Rita Monzoni, che vi indicherà la tante occasioni che sono state offerte all'APEC dalle Direzioni dei tratri con i quali è stata sottoscritta una specifica convenzione.
BOHEME _16 GIUGNO TEATRO DELL'OPERA DI ROMA
Prosegue il rapporto privilegiato tra l'APEC e la Direzione del Teatro dell'Opera di Roma e stavolta l'offerta è eccezionale: assistere a la BOHEME, uno dei capolavori della lirica mondiale, composto da Giacomo Puccini, in un posto platea tra i più appetibili e di alta visibilità, al costo di € 80 a biglietto, per la rappresentazione pomeridiana del 16 giugno. Quarta opera di Giacomo Puccini, «La Bohème» è una storia sempre attuale «che parla d’amor, di primavere, di sogni e di chimere», come dice la protagonista Mimì, e che racconta la giovinezza, la crescita e il doloroso passaggio da un’adolescenza interiore a una maturità reale. L’esistenza spensierata di un gruppo di giovani artisti bohémien costituisce lo sfondo dei diversi episodi in cui si snoda la vicenda dell’opera, ambientata nella Parigi del 1830. Al centro la storia d’amore di due giovani e squattrinati ragazzi pieni di speranza. Mimì e Rodolfo, accompagnati da Musetta e Marcello, trascorrono in allegria gran parte della loro esistenza, screziata di gelosia ma pur sempre leggera e immersa in una Parigi inebriante e gioiosa. Dentro questa cornice «La Bohème» è, in realtà, una storia che racconta la crescita e il dolore, il passaggio da un’adolescenza interiore a una maturità reale. La stesura del libretto fu molto complessa, per la difficoltà di adeguare i personaggi alle rigide regole della lirica e della musica. La stesura della partitura, invece, risultò più semplice e venne completata nel dicembre 1895. Meno di due mesi dopo (tempi relativamente brevi per l’epoca), l’1 febbraio 1896, «La Bohème» fu rappresentata per la prima volta al Teatro Regio di Torino, diretta dal giovane Arturo Toscanini. La prima non ebbe grande successo (inspiegabilmente), al punto che Carlo Borsezio, noto giornalista torinese, parlò di «traviamento del cammino dell’arte». Il seguito fu invece trionfale e «La Bohème» divenne presto una delle opere più acclamate in assoluto.
APEC - Associazione Pensionati CONI
Foro Italico - Largo Lauro De Bosis, 15, 00135 Roma
Email: pensionaticoni@alice.it, tel. 06.3272.3228-3229
Torna ai contenuti